Archivio per la categoria Antipasti

Ravioli alla ricotta

ravioli alla ricotta fritti preparati per Carnevale

Ingredienti
400 gr. di farina
1 bicchierino di rum
5o gr. di strutto
2 uova
1 pizzico di zucchero
1 cucchiaio di sale
Se necessario un po’ di latte

250 gr. di ricotta 1 uovo
1/2 bustina di vaniglia
100 gr. salamino

Preparazione:
Impastate la farina con le uova, rum,latte, lo strutto, sale ed zucchero e lavorate l’impasto fino ad ottenere una pasta morbida. Lasciate riposare per circa trenta minuti e stendete una sfoglia sui cui metterete la ricotta, precedentemente lavorata con l’uovo,dei pezzetti di salamini e un pizzico di sale. A questo punto create dei fagottini e friggeteli in olio bollente.

Lascia un commento

Palline di purè e lenticchie

Per 8/10 persone:
600 g di patate
30 g di burro
1 uovo
sale/pepe
Lessare le patate, passarle nello schiacciapatate, rimetterle sul fuoco in una casseruola e farle asciugare a fuoco dolce.(io ho usato il bimby ) Aggiungere il burro e farlo mantecare, poi, fuori dal fuoco, aggiungere anche l’uovo. Salare, far raffreddare.
Ripieno:
1 cotechino lessato
150 g di lenticchie
50 g di carota, sedano, cipolla tritati
olio extravergine di oliva , sale

– Rosolare il trito di verdure in un filo di olio, unire le lenticchie e far insaporire, poi salare. Infine aggiungere il cotechino a cubetti.
– Foderare degli stampini semisferici (non avendoli ho usato una ciotolina), con la pellicola, mettere un po’ di puré di patate e con un cucchiaio sistemarlo bene sulle pareti.
– Farcire con il ripieno di lenticchie e cotechino e chiudere con altro puré di patate.
– Capovolgere delicatamente su una teglia rivestita di carta forno, levare la pellicola. Cuocere a 190° per 15/20 minuti.

Lascia un commento

PALLINE DI PERA AL FORMAGGIO E MIELE

pere
miele,
formaggio grattugiato (ho usato un provolone piccante)
Scavare delle palline dalle pere dopo averle sbucciate. Con un pennellino da pasticceria stendere uno strato di miele sulle pere, e passarle nel formaggio grattugiato pressando un poco.
Inserire uno stecchino, e tenere in frigo, ma tirare fuori una ventina di minuti prima di servire.

Lascia un commento

Fagiolini

 

 

Siamo ormai in outunno ma per fortuna con questi fagiolini possiamo ancora assaporare gli ultimi frutti dell’estate, godiamoci queta insalata

Ingredienti Insalata di fagiolini :

  • 300 gr di fagiolini
  • 2 spicchi d’aglio
  • olio
  • sale
  • aceto
  • menta

Preparazione :

Pulite  i fagiolini togliendo le due estremità e poi lavateli in acqua fredda.

Prendete una pentola, riempitela di acqua, salatela e fate cuocere i vostri fagiolini.  Mentre si cuociono assaggiateli in modo da regolarvi con la cottura (A me  piacciono duri quindi li faccio cuocere  poco)

Quando saranno pronti, scolateli e fateli raffreddare.In fine condete con olio,aglioe menta.

Lascia un commento

Pomodori verdi sott’olio

 

 

 

direttamente dal mio orto questi bellissimi pomodori, ormai non ce la fanno più a maturare ,così ho deciso di metterli sott’olio.

prendere dei pomodori verdi, lavarli e tagliarli
metterli in uno scolapasta capiente e salarli bene. coprirli e lasciarli per una notte intera in modo che perdano l’acqua in eccesso.

risciacquarli bene e metterli a bagno nell’aceto. lasciarli per un giorno e ogni tanto girali.

scolare dall’aceto e prendere qualcosa che possa fungere da peso in modo da strizzarli un po’.

fare un trito di aglio,dei capperi e versarci dentro i pomodori. girarli bene usare pure le mani…

metterli nei vasetti ben pressati

coprire di olio e chiudere bene.

 

Lascia un commento

Primo sale

 

 

 

Il mio primo sale

Ce ne sono diverse versioni sui blog, così ho voluto provare anche io.

Ingredienti: 10 l di latte intero (possibilmente acquistato direttamente da un contadino) 

    

 

Mettere il latte in un tegame, accendere il fuoco basso e mescolare, quando la temperatura sarà arrivata a 37° (non avendo il termometro la temperatura l’ho misurata immergendo il dito mignolo ed ho spento quando la temperatura iniziava ad andare sopra la temperatura del corpo) spegnere il fuoco, aggiungere 1 cucchiaino di caglio e mescolare

         

lasciare riposare mezzora in modo che si formi la cagliata rassodata e tagliarla delicatamente con una frusta.

 lasciare riposare un quarto d’ora in modo che la cagliata scenda verso il basso

con una schiumarola sollevare la cagliata e versarla in un cestello forato

  

    

dopo circa 5 ore il primo sale è pronto

si può consumare così al naturale oppure si può spolverizzare il sale sulla superficie e si lascia riposare.

Questo ha riposato una settimana.

 

 
 

6 commenti

Arancini di riso

 

 

 Ingredienti per 15 arancini:
500 gr. di riso (arborio o roma)
1 busta piccola di zafferano
formaggio, 350 gr. di carne trita mista (anche con maiale)
150 gr. di piselli piccoli
200 gr. di salsa di pomodoro
150 gr. di formaggio grattugiato (meglio se caciocavallo)
3 uova
200 gr. di farina
400 gr. di pangrattato
Sale
Pepe
 

Per preparare gli arancini occorre prima lessare il riso in una pentola d’acqua salata aggiungendo durante l’ebollizione la bustina di zafferano.
Quando sarà pronto e giallo grazie allo zafferano, aggiungete una noce di burro per evitare che possa risultare troppo colloso a causa dell’amido e successivamente il caciocavallo grattugiato. Girate il tutto con un cucchiaio e lasciate riposare mentre preparate il ripieno.
In un tegame soffriggete la carne trita e aggiustate di sale e pepe, unitevi la salsa di pomodoro ed infine i piselli che avrete precedentemente sbollentato in acqua salata. Otterrete un sugo piuttosto denso di carne e piselli, lasciate cuocere per almeno 10 – 15 minuti.
A questo punto potete prendere il riso e farne delle palle della dimensione di una pera; con un cucchiaio aiutatevi ad inserire nella parte più centrale il ripieno di carne al sugo con i piselli, quindi ricoprite con un po’ di riso e riformate la vostra pera. Eseguito questo procedimento non vi resta che passare le arancine nella farina e successivamente nell’uovo sbattuto con una presa di sale. Passate poi nel pangrattato,inserire un pezzetto di spaghetto in cima e friggete accuratamente in olio d’oliva.
Gli arancini sono buoni sia caldi che freddi ma io vi consiglio di gustarli caldi per assaporare il formaggio che fonde rendendoli ancora più squisiti. Decorare con foglie di salvia.

 

 

 

Lascia un commento