Archivio per aprile 2009

Casatielli

I dolci della nostra tradizione pasquale sono i casatielli, nella versione dolce con riso. Si prepariamo solo con :

 1K.di farina,100 g. di zucchero, 3 uova,250g. di sugna, 1 bustina di vanillina, buccia di limone grattugiata,un po’ di liquore strega.

 Impastare il tutto e far riposare,intanto  si prepara il ripieno. Mettere a cuocere:

  1 L. di latte, 500 g. di riso,250 g. di zucchero, buccia di 1 arancia.

Quando il riso è cotto far raffreddare e unire 1 k. di ricotta passata,e 2 uova.

Riprendere la pasta stendere un sfoglia sottile,formare dei panzerotti  con il ripieno chiuderli bene,spennellarli  con l’uovo ed infornare.

 

Lascia un commento

PIZZA RUSTICA DI RICOTTA

 

 

 Questa è ancora una ricetta di Pasqua ,la versione salata della pastiera.

Ingredienti per la pasta:

 

  • 300 g di farina
  • 10o  g. di olio d’oliva
  • 1 pizzico di sale
  • Acqua quanto basta

Impastare, ma senza lavorare tanto l’impasto. Lasciarlo riposare un po’ e poi stenderne 2/3 in una tortiera. Bucherellare il fondo con una forchetta.

Per il ripieno:

  • 600 g di ricotta di pecora
  • 6 uova
  • 100 g di parmigiano grattugiato
  • 200 g di mortadella tagliata a dadini
  • sale, pepe, noce moscata
  • grano cotto.

Riempire la base con questo ripieno e cuocere in forno moderato per 45-50 minuti.

 

Lascia un commento

PIZZA RICRESCIUTA DI PASQUA

Questa pizza è dolce ma si mangia con il salame per antipasto il giorno di Pasqua,si prepara con:

Lievitino:

250g. di latte

25g di lievito di birra

150g. di farina

Sciogliere il lievito con il latte tiepido, e un pizzico di zucchero,lasciare fermentare 4-5 min. Unire la farina  per formare una pastella morbido, coprire e far riposare una mezz’ora coperto. 

Quando il panetto sarà cresciuto, unire gli altri ingredienti:

 

500gr di farina (di cui 200g manitoba e 300g tipo 0 )

350g di zucchero

75 di burro

5 uova

un pizzico di sale

½ bicchiere di olio

½ bicchiere di al kermes

1 buccia di limone grattugiata

2 bustine di anice in semi messo a bagno per 2 giorni in ½ bicchiere di vino bianco

vanillina, 2 bustine

 

lentamente, le uova sbattute con lo zucchero ed il sale amalgamando con la farina,poi unire i liquori ed infine i grassi morbidi ma non fusi. Lavorare molto l’impasto che sarà molto morbido. Si può aggiungere poca farina tenendo presente che l’impasto è lavorabile solo in ciotola o nella planetaria. Far lievitare e smontare più volte.

 

Infornare  a 190°C per 45 minuti circa. Il colore della crosta può essere molto scuro , non lasciarsi ingannare e controllare con uno stecchino.

 

2 commenti

Colomba

 
Della colomba ha solo l’impasto che ho seguito quì ,non sono riuscita a trovare gli stampi.
Comunque come prima volta ho avuto degli imprevisti,è crescuta troppo e nel forno si è buttata tutta la glassa.
 In fine il risultatto è stato ottimo.
 
 
Primo Impasto:

135 gr. Pasta madre
390 gr. Farina Manitoba
155 gr. Burro MORBIDO
105 gr. Zucchero
150 gr. Acqua appena tiepida
3 Tuorli
50 gr. Acqua



Secondo Impasto:

1 kg. circa Primo impasto
85 gr. Farina Manitoba
15 gr. Miele
4 gr. Sale fino
30 gr. Zucchero
3 Tuorli
30 gr. Burro fuso ma non caldo
Aroma di Vaniglia
Scorza d’arancio grattata
300 gr. Cioccolato.

Glassa:

30 gr. Nocciole tostate
55 gr. Mandorle pelate
10 gr. Pinoli
225 gr. Zucchero
2 Albumi
30 gr. Mandorle,granella di zucchero

Lascia un commento

Pasqua

Tanti auguri per chi passa nel mio blog.

Lascia un commento

TARALLI DI PASQUA CON LE UOVA

 

  La consistenza e’ molto diversa dal classico tarallo, sono molto piu’ secchi. 
  non devono essere molto dolci, si fonno nel periodo di  Pasqua per l’abbondanza di uova.

Ingredienti:

1 kg. di farina

100 g. di sugna

8 uova intere

100 g. di zucchero

30 g. di alcool 90°

Preparazione:

In un capace recipiente lavorate bene tutti gli ingredienti finché la pasta risulti liscia e lucida. Ricavate quindi dei cordoncini di 15/20 cm di lunghezza e circa 1/2 cm di spessore. Poi si fa bollire l’acqua con un po’ d’olio e si tuffano per 2 minuti. ma pochi alla volta. Non appena vengono a galla si tolgono con mestolo forato e si lasciano per una notte su un telo perche’ si asciughino e induriscano. Poi al mattino si infornano. Cuocete in forno ( se fosse a legna sarebbe l’ideale ) finché i taralli avranno assunto un bel colore dorato.

 

 

1 Commento

Paglia e fieno con gli asparagi

 

Per le tagliatelle gialle: 300 gr di farina,e 3 uova. Prima di tutto, metto le uova nella fontana di farina e le incorporo con un cucchiaio. Poi, inizio ad impastare, bagnandomi spesso le mani. La pasta e’ pronta dopo una decina di minuti. A questo punto, la metto a riposare  sotto una piatto  capovolto  prima di stenderla Per le tagliatelle verdi, prima cosa cucino gli spinaci e li strizzo bene,poi metto la farina a fontana 300 gr con 2 uova e un pizzico di sale e inizio a mescolare poi aggiungo gli spinaci e continuo a mescolare fin quando è bella amalgamato il tutto.

Preparare le tagliatelle secondo il metodo tradizionale, a mano o a macchina.


400 g asparagi puliti
aglio
olio
sale


Separare il gambo dalle punte degli asparagi.
Le punte vanno cotte a vapore per 4-5 minuti.
I gambi vanno "sfilettati", cioè tagliati per il lungo in due o più parti a seconda della grossezza.

Portare a bollore una pentola di acqua salata.


In una capace padella, soffriggere l’aglio nell’olio, quindi toglierlo e saltare per un paio di minuti le punte di asparagi. Regolare di sale.

Quando l’acqua bolle versare i gambi degli asparagi. Quando saranno quasi cotti, calare anche le tagliatelle. Scolare il tutto con la pasta molto al dente e versarlo nella padella con le punte di asparagi.

Saltare il tutto per qualche minuto e servire.

 

Lascia un commento