Archivio per agosto 2008

Pane casereccio

CIMG4559

Pane

Da quando abbiamo comprato il fornetto a legna da giardino stò sperimentando diverse ricette,ho fatto anche il pane.

CIMG4538 

 ho fotto la ricetta del pane senza impasto

500g farina (300 manitoba e 200 normale)
un decimo di un cubetto di lievito…a occhio….oppure 1gr. di lievito secco in polvere

1 cucchiaino abbondante di sale
350ml di acqua

Sciogliere il lievito in due dita d’acqua presa dai 350ml
Mettere la farina e il sale in una bacinella grande e a bordi alti di plastica e dare una mescolata
Mettere l’acqua col lievito e poi la restante sulla farina e dare una mescolata veloce.
 
Ora si lascia questo impasto grezzo e appiccicoso a riposare nella terrina grande coperta da pellicola per circa 18/24 ore a temperatura ambiente, 20°.
Il giorno dopo 
A questo punto rovesciare l’impasto su una spianatoia infarinata e spolverarlo di farina.
Poi piegarlo su se stesso prendendo i 4 lati uno alla volta

 Le piegature dell’impasto non servono per avere l’ impasto bello in ordine, non "spiegazzato" quasi fosse una camicia da riporre nell’armadio…..esse servono per creare delle linee di tensione all’interno in modo che in cottura il pane possa crescere..crescere ed avere una bella mollica.

Quindi infarinare un canovaccio con della semola, e con le mani infarinate mettete l’impasto con la falda di chiusura sotto dandogli più o meno la forma

CIMG4544  CIMG4542

Quindi chiudere bene il canovaccio e lasciamo lievitare per 2 ore.
Un ora prima della lievitazione finita accendiamo il forno 
 Prendiamo il nostro impasto lievitato e siccome non è molto facile da maneggiare con l’aiuto del canovaccio lo ribaltiamo  cercando di riportare la cucitura verso l’alto. Questa operazione va fatta il più velocemente possibile

CIMG4540  CIMG4541

 inforniamo  a 230° per 60 minuti. 

Ed ecco il nostro magico pane………lasciarlo raffreddare bene prima di tagliarlo….

CIMG4550   CIMG4548

 

Consigli per la buona tenuta del pane:

– Far raffreddare completamente il pane per almeno 2/3 ore in quanto l’umidità ed il vapore presenti all’ interno del pane fuori uscendo attraverso la crosta la renderanno molto pù morbida.
– Se invece si vuole una crosta molto croccante tagliare subito le estremità del pane (in caso di un filone) in modo che il vapore possa uscire subito da queste estremità.

Annunci

9 commenti

Caprese

Caprese

ricette foto 009

Ingredienti:

3/4 pomodori medi

1 mozzarella,

basilico fresco,

sale, olio.

Preparazione:

Lavate i pomodori, asciugateli con della carta assorbente e tagliateli a fette.

Affettate la mozzarella e disponete ordinatamente su un piatto piano alternando una fetta di pomodoro ad una di mozzarella aggiungere le foglie di basilico, condite con olio, sale.
Una insalata fresca per questi giorni infuocati vi sembrerà una ricetta banale ma tutto dipende dalla qualità della meteria prima .Io ho usato i pomodori del mio orto (biologico) delle trecce buonissime e condite con il mio olio di olive. 
 

Lascia un commento

Calamarata con zucchine e gamberetti

Immagine2

Ricetta calamarata zucchine e gamberetti    

Ingredienti e dosi per 4 persone:
360 gr. pasta, 3 zucchine, 250 gr. di gamberetti, un mazzolino di prezzemolo, olio, sale.2 cucchiai di panna.

Preparazione:
Lavare le zucchine e tagliarle a triangolini, scaldare una padella con un filo d’ olio e, quando caldo, aggiungere le zucchine e saltarle salandole subito; lasciarle cuocere a fuoco medio per 15 min. circa. Poi unire i gamberetti,  per 5 minuti. Tritare il prezzemolo ed aggiungerlo alle zucchine insieme ai gamberetti, saltare qualche minuto ed assaggiare di sale,unire i 2 cucchiai di panna, quindi condirvi la pasta cotta al dente.

Cotta la pasta l’ho fatta saltare velocemente
Nella foto il risultato Immagine1

Peccato che le zuchine del mio orto sono quasi esaurite.

Lascia un commento

Conchiglioni ripieni di pesce

conchiglioni ripieni al ragù di mare

– besciamella
– salsa di pomodoro già cotta
– 500 g di conchiglioni
ragù di mare
CIMG4387
 
ragù di mare

– una vaschetta di misto x risotto (di mare) surgelato
– gamberetti freschi
– cozze fresche
– totani freschi
– 300 g di filetto di merluzzo surgelato
– 1 bicchiere di vino bianco
– olio – burro – aglio – prezzemolo – peperoncino

le quantità del pesce fresco è a piacere

ho tritato il misto di mare surgelato; scoppiato le cozze e conservato l’acqua filtrata;sgusciato i gamberetti , puito i totani e li ho tagliuzzati piccoli

quindi ho soffritto l’aglio che poi andrò a togliere

buttato il mix di pesce e fatto rosolare un paio di minuti, quindi ho aggiunto il vino, fatto sfumare, ho abbassato la fiamma e fatto cuocere scoperto…

nel frattempo ho sminuzzato i filetti di merluzzo e passati in padella con del burro, sale e pepe x circa 5 minuti

quindi ho aggiunto il merluzzo al resto del pesce, ho proseguito ancora la cottura per altri 5 minuti….se il fondo si asciuga troppo aggiungere l’acqua delle cozze tenuta da parte (io l’ho aggiunta)….infine salare e pepare…
 ho aggiunto 2-3 cucchiai di besciamella e ho ripieno i concheglioni.

nel frattempo che il ragù cuoceva ho sbollentato i conchiglioni in una capace pentola per circa 3-4 minuti e messi ad asciugare su un panno;
in una pirofila da forno ho messo della salsa di pomodoro con della besciamella

ho riempito ogni conchiglione con 1 cucchiaio di ragù di mare e li ho disposti nella pirofila tutti vicinivicini

quindi ho ricoperto con altra salsa mescolata precedentemente alla besciamella…in forno coperti con della stagnola per circa 10 minuti o finchè sono cotti…se ci volete la crosticina passateli sotto il grill…io non l’ho fatto

CIMG4385
 sono rimasta molto soddisfatta!! …e non solo io!!!

 

Lascia un commento

Torta fredda di frutta

CIMG4379 
 
 Ferragosto  si dice che è il girno del riposo assoluto.Mio nonno diceva che a ferragosto nessuno lavora ,neanche le galline girano le uova.
Ma noi donne se non cuciniamo non si mangia.
Per non pensarci ho preparato questo dolce fresco:
PER LA CREMA

4 tuorli

260 g. di zucchero

60 g. di farina

1/2 litro di latte

2 cucchiai di rum

8 g. di gelatina in fogli

250 g. di mascarpone

PER IL GUSCIO

400 g. di biscotti al cioccolato

200 g. di burro

PER LA FRUTTA

frutta a piacere

1 bustina di gelatina granurale

250 ml. di acqua

3-4 cucchiai di zucchero

Frullate i biscotti finemente e mescolateli al burro fuso e freddo.

Con il composto foderate uno stampo di 24cm. con della carta forno leggermente inumidita, compresi i bordi.

Mettere in frigo per un’ora a rassodare.

Nel frattempo fate la crema pasticcera: fate bollire il latte; mescolate i tuorli con lo zucchero e la farina, quindi versatevi a filo il latte bollente e ponete sul fuoco. Cuocete la crema fino a quando si addenserà, mescolando continuamente.

Aggiungete la gelatina bagnata e strizzata e 2 cucchiai di rum.

Fate raffreddare, mescolando ogni tanto.

Quando la crema è quasi completamente fredda incorporate il mascarpone con una frusta.

Prendere il guscio biscottato e metteteci tutta la crema e rimettete in frigorifero a solidificare per 4 ore.

Decorate la superficie del dolce con la frutta. Mescolate la gelatina granurale con lo zucchero, diluite con l’acqua e portate a ebollizione. Lasciate addensare per 3-4 minuti, quindi versate la gelatina, lasciata intiepidire, sulla frutta.

Rimettete in frigorifero per almeno 4 ore. Poco prima di servire, togliere il dolce dallo stampo.

CIMG4373  CIMG4374

 

CIMG4376  CIMG4381

Lascia un commento

Pizza

CIMG4329

Pizza come la pizzeria

Versa in un contenitore circa 550 gr acqua tiepida e scioglici dentro 16 gr di lievito di birra e versaci un paio di cucchiaiate di farina. inizia a girare con la mano in senso circolare.
Versa i primi 700 gr circa di farina non tutti in una volta ma a pioggia, versandola con le mani o facendo in modo che sia assorbita quella precedente prima di versarne altra.
Infarinati le mani e deposita l’impasto su un piano anch’esso ben infarinato e versaci 25 gr di sale marino e impasta bene per amalgamarlo. Inizia poi a chiudere l’impasto dando delle pieghe in tutte le direzioni e aiutandoti con abbondanti spolverate di farina e sciacciando bene con i pugni prima di ricominciare
. Attenta a non stracciare la pasta e a non farla diventare troppo elastica o tenace. Quando hai messo tutti i restanti 100 gr di farina, l’impasto è pronto quando si allunga abbastanza senza stracciarsi subito ma senza nemmeno essere troppo resistente. Dopo due ore di lievitazione formare dei panetti e rimottere a lievitare.

CIMG4301  con il forno pronto abbiamo preparato le pizze.

CIMG4315 CIMG4316

é stata proprio una bella serato d’agosto.

 

 

Lascia un commento

Fusilli alla Genovese

CIMG4293

Fusilli con sugo alla Genovese

 

Ingredienti per 6 persone:

fusilli g 600 – parmigiano grattugiato – sale

Sugo: cipolle kg 1,5 – carne di manzo (girello o scamone) kg 1 – : prosciutto cotto, crudo, salame, circa g 200 – 2 carote – una costa di sedano – prezzemolo – vino bianco – olio d’oliva – sale

Tagliare a fettine sottili le carote, il sedano, le cipolle e rosolare il tutto assieme alla carne e ai salumi; dopo qualche minuto, aggiungere un bicchiere e mezzo di vino e lasciare asciugare; a questo punto, unire una presa di sale. Bagnare con 3 bicchieri d’acqua e cuocere a fuoco bassissimo per circa 3 ore.
Quando la salsa ha un colore bruno, togliere la carne e passare il sugo al passaverdura. CIMG4278Lasciare asciugare ancora un poco, se necessario, fino a ottenere una consistenza cremosa.CIMG4283 Condire i fusilli lessati al dente in abbondante acqua salata e completare con abbondante parmigiano.

 

• Questo è un piatto che, a dispetto del nome, non è affatto conosciuto al di fuori di Napoli. Secondo il Cavalcanti, che pubblicò il primo libro di cucina napoletana secoli or sono, pare che il cuoco, che lo fece gustare per la prima volta in una sua taverna a Napoli, nel Seicento, fosse genovese. È anche un piatto unico nel senso che, dopo i fusilli, si serve la carne per secondo.CIMG4284 vale la pena provarlo.

Lascia un commento